Il movimento civico SiAmo Vada chiede la schermatura del pontile Solvada: “Compensazione dell’industria per il territorio”

pontile Solvay, Solvada

Chiedono la schermatura di un’arcata del pontile Solvada, così da permettere il libero transito lungo la costa di ogni tipologia di imbarcazione. La richiesta arriva dal movimento civico SiAmo Vada, che riflette sull’impatto della presenza industriale sul territorio.

“Crediamo che in rapporto tra industria e territorio – si legge in un comunicato stampa di SiAmo Vada – vi debba essere una sorta di compensazione a tutela proprio di quest’ultimo e dei cittadini che lo abitano: l’industria rimane fondamentale nello sviluppo del territorio, ma chiediamo un riequilibrio ed investimenti importanti, tramite anche intercettazione di fondi, al fine di migliorare la qualità e la vita stessa delle aree su cui va ad impattare direttamente”.

Il movimento civico ricorda che “il progetto definitivo del piano industriale presentato e non portato a termine da Edison in merito al rigassificatore, a un certo punto prevedeva tra le altre cose punti interessanti a compensazione, su tutti lo spostamento del deposito costiero cosiddetto bombolone di etilene all’interno del perimetro industriale e la schermatura di un’arcata del pontile per permettere il passaggio di talune imbarcazioni”. Due punti che il movimento definisce “estremamente importanti per Vada: già lo stesso deposito costiero, che guardiamo sempre con occhio preoccupato, è in deroga da molti anni e, benché sicuramente rispettoso di tutti i criteri di sicurezza, rimane un impianto obsoleto e decisamente impattante, il cui spostamento permetterebbe di “liberare” aree interessanti che potrebbero essere nuovamente reinvestite vista la vicinanza delle Spiagge Bianche”.

SiAmo Vada nel comunicato sottolinea l’importanza della schermatura di un’arcata del pontile: “In modo da permettere il passaggio di imbarcazioni di dimensioni autorizzate senza dover allungare il tragitto fino a doverlo passare oltre la punta: da notare che la lunghezza del pontile Solvada è di un miglio nautico e impedisce lo spostamento dei natanti in quanto, a seconda delle dotazioni di sicurezza e del tipo di natante, molti non possono allontanarsi dalla costa oltre il chilometro” (La foto in alto è concessa dal sito www.lungomarecastiglioncello.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto