Oltre mille donazioni in un anno, Avis Rosignano celebra un Natale di solidarietà: “Traguardo storico, orgogliosi di aiutare la comunità”

Eraldo Otone mille donazioni sangue Avis Rosignano 2023

Un gesto che è generosità allo stato puro, quello che in silenzio e con determinazione i donatori di sangue regalano a tutta la comunità. Lo sa bene Eraldo Ottone, che dal 2008 è iscritto ad Avis Rosignano e con la sua ultima donazione, la mattina del 20 dicembre, ha fatto tagliare all’associazione il traguardo delle mille donazioni in un solo anno.

Un evento importante, che riempie di orgoglio consiglio e soci Avis. “È la prima volta in 53 anni di storia associativa – spiega Fabio Mangoni, vicepresidente Avis Rosignano – che in un anno si superano le mille donazioni e vogliamo celebrare questo evento con l’augurio che nei prossimi anni questo accada normalmente. Nel 2022 i donatori di Avis Rosignano avevano fatto 904 donazioni fra sangue intero, plasma e plasmapiastrine e quest’anno supereremo le mille, in quanto abbiamo già oltre venti prenotazioni entro la fine dell’anno”.

Eraldo, come gli altri donatori, è orgoglioso di aver fato raggiungere l’obiettivo ad Avis ma sottolinea che per lui donare è un gesto semplice: “Un dovere civico per aiutare gli altri, ma anche per tenersi controllati e in buona salute. Oltretutto per me è stato un modo per vincere la paura degli aghi”. Il presidente di Avis Rosignano, Fabio Rosi, sottolinea però quanto sia importante la solidarietà, che ha permesso di arrivare a mille donazioni. “Visto che stiamo parlando di traguardi raggiunti – ricorda Rosi -, sono orgoglioso di comunicare che abbiamo superato le donazioni del 2022 di un bel 13,7% e mi piace sottolineare che abbiamo avuto 59 nuovi donatori. Questi sono dati che testimoniano l’impegno del consiglio nella programmazione delle donazioni e nella ricerca di nuovi donatori che vanno a integrare il numero di quelli attivi. Questo è un traguardo che agli inizi dell’anno ci eravamo proposti di raggiungere e come consiglio. Oltre che i nostri donatori, vogliamo ringraziare Ginevra Belfiore e Sara Elmi (volontaria Servizio Civile Universale) per la dedizione e l’impegno profuso per il raggiungimento di questo obiettivo storico.”

Un obiettivo davvero significativo quello raggiunto da Avis Rosignano, se si pensa che il numero di donazioni annue è praticamente raddoppiato in tredici anni (erano 550 nel 2010, 904 nel 2022 e supereranno le 1.020 per il 2023).

“Vorrei concludere – termina Rosi – ricordando che nella nostra sede il mercoledì mattina è aperto lo sportello della Bottega della Salute e le operazioni vengono fatte a titolo gratuito a tutti i cittadini (attivazione tessera sanitaria, SPID, prenotazioni visite ed analisi). Siamo coinvolti nel progetto Servizio Civile Digitale e a febbraio 2024 dovremmo essere in grado di ampliare il servizio offerto gratuitamente sia come orario che come tipologia. Per noi di Avis la solidarietà attiva, oltre che promuovere la cultura della donazione di sangue e plasma, è poter essere di aiuto ai cittadini che in un particolare momento della loro vita hanno bisogno di un sostegno per migliorarne la qualità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto