Abbandona sacchi di rifiuti lungo una strada, individuato e multato dalla polizia municipale

Ha abbandonato alcuni sacchi di rifiuti lungo una strada che conduce al Gabbro. Tra i materiali sono stati trovati documenti che hanno permesso alla polizia municipale di individuare il responsabile, che adesso dovrà rimuovere i rifiuti e pagare una multa sulla base alla normativa vigente (Testo Unico Ambientale).

Lo fa sapere il Comune di Rosignano, che con una nota stampa ripercorre l’intera vicenda. Nei giorni scorsi sono pervenute all’amministrazione alcune segnalazioni della presenza di un ingente quantità di rifiuti lasciati a lato della strada nella zona di Gabbro. Rea Spa, che si occupa della gestione dei rifiuti per conto del Comune, si è resa disponibile a ripulire la zona. “Il sindaco Daniele Donati – prosegue la nota – ha prima dato mandato alla polizia municipale di realizzare un controllo volto a individuare i responsabili. E così, gli agenti del Servizio Operativo Eco Ambientale, sono andati a Gabbro riuscendo a trovare tra i rifiuti alcuni documenti personali riconducibili a cittadini residenti sul territorio comunale”. L’uomo, che ha ammesso la sua responsabilità, dovrà rimuovere i materiali abbandonati entro due giorni. Il Comune fa sapere che gli altri rifiuti accumulati nel frattempo, saranno comunque rimossi da Rea Spa nella giornata di venerdì 9 febbraio.

L’amministrazione coglie l’occasione per ricordare che “con l’entrata in vigore della legge 137/2023, a partire dal 10 ottobre scorso, l’abbandono di rifiuti è sanzionato penalmente anche se commesso da parte di un privato cittadino. Inoltre, qualora il soggetto individuato come responsabile non provveda autonomamente al corretto smaltimento di quanto abbandonato, sarà obbligato con un’ordinanza sindacale a ripulire l’area dai rifiuti abbandonati. In alternativa, dovrà rimborsare il Comune per le spese dell’intervento sostitutivo di rimozione dei rifiuti a lui addebitati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto