Il movimento SiAmo Vada chiede più autobus per gli studenti

autobus Autolinee Toscane

Chiedono che la Provincia di Livorno inserisca nelle trattative con Autolinee Toscane, azienda che gestisce anche il trasporto pubblico locale, quello che considerano un problema per gli studenti di Vada. I rappresentanti del movimento civico SiAmo Vada, in una nota stampa, spiegano di aver “letto con attenzione in questi giorni le problematiche di tagli di corse relativi al servizio di trasporto verso le fabbriche di Piombino e Rosignano Solvay, con ultimo il tentativo della presidente della Provincia di aprire un tavolo col nuovo gestore dopo aver appreso di ulteriori tagli di corse che hanno colpito frazioni più disagiate per le distanze”.

Il movimento chiede di “includere a questo tavolo il tema del servizio degli autobus per il servizio scolastico: sia in direzione Cecina, sia in direzione Rosignano, i ragazzi che frequentano scuole medie e superiori si vedono arrivare quotidianamente autobus giá pieni, spesso neanche possono caricare ulteriori passeggeri e i ragazzi stessi sono costretti a farsi accompagnare dai genitori la mattina, per chi può, oppure aspettare autobus ad orari successivi al ritorno, arrivando pertanto a casa in orari decisamente non consoni”.

SiAmo Vada sottolina che “il tutto può essere puntualmente previsto tramite un piccolo calcolo matematico: basta conteggiare il numero di abbonamenti scolastici emessi, aggiungere una percentuale per chi usufruisce dei mezzi per altri motivi di spostamento, e su questi numeri decidere le corse. Come genitori di ragazzi di Vada non può esserci detto dal gestore che così come è il servizio è sufficiente, perché viviamo quotidianamente un profondo disagio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto