La Costa degli Etruschi chiama a raccolta gli operatori turistici: “Creiamo insieme un’offerta all’avanguardia e di qualità”

Progetto Ambitour, il 26 ottobre amministratori da tutta la Toscana alla scoperta della Costa degli Etruschi

Una grande rete di operatori turistici che guardano nella stessa direzione: promuovere su scala internazionale la Costa degli Etruschi, creando esperienze turistiche complete e di qualità che possano dare ai visitatori la possibilità di vivere appieno il grande patrimonio culturale, naturalistico ed enogastronomico che caratterizza il territorio.

È con questo intento che la DMC (Destination Management Company) dell’Ambito Costa degli Etruschi, che riunisce in Ati il Consorzio Kontiki, la società Italia Highlights e la Cooperativa Itinera, invita tutti gli operatori del territorio – strutture ricettive e ristoratori, ma anche soggetti che organizzano i più svariati servizi turistici – a partecipare agli appuntamenti online a agli incontri dal vivo che saranno organizzati nelle prossime settimane.

“Ci stiamo muovendo in modo capillare – spiega Maurizio Biondi del Consorzio Kontiki per informare gli operatori e coinvolgerli nell’organizzazione di prodotti turistici specifici, sulla base delle indicazioni dell’ambito e della Regione Toscana, che non riguardano solo il turismo balneare ma una serie di attività legate alla natura, allo sport e al benessere oltre che alla cultura e all’enogastronomia. Prevediamo una serie di appuntamenti, online e poi in presenza, per chi opera nel turismo. Vogliamo che la Costa degli Etruschi sia una destinazione in grado di garantire quei servizi e quelle attività che i visitatori cercano sempre più spesso, e per fare questo è necessario che si instaurino rapporti di collaborazione tra coloro che lavorano nel turismo”.

Intanto la DMC Costa degli Etruschi ha partecipato attivamente ai laboratori organizzati da Toscana Promozione a Firenze in vista del Grand Depart del Tour de France 2024, che in via eccezionale partirà dal capoluogo toscano. “È stata un’occasione importante – dice ancora Biondo – per presentare una serie di pacchetti turistici declinati sul nostro territorio, a partire dalle offerte per il cicloturismo che è un settore in forte espansione e molto richiesto”. Tra i prossimi appuntamenti, la BIT di Milano dal 4 al 6 febbraio, e poi il 12 marzo Sharing Tuscany a Firenze dove sarà data visibilità a tutte quelle offerte ideate grazie alla rete di collaborazioni che la DMC sta creando tra gli operatori della Costa degli Etruschi.

“La DMC raggruppa soggetti che hanno esperienze diverse e complementari e questo è un valore aggiunto. – spiega Luca Carnesecchi di Italia HighlightsProfessionalità come tour operator, ma anche nei servizi culturali e negli eventi e capacità di internazionalizzazione; così la DMC spazia su varie attività con l’intento di creare e poi promuovere a livello nazionale e internazionale prodotti turistici tematici, che grazie all’impegno e alla collaborazione tra operatori turistici possano soddisfare le richieste dei visitatori”. Un altro aspetto essenziale della DMC Costa degli Etruschi, come spiega anche Laura Giuliano della Cooperativa Itinera, “è confrontarci e collaborare con gli altri Ambiti turistici, a partire da quelli limitrofi. Puntiamo a un turismo sostenibile, culturale e identitario, che metta a disposizione dei turisti le caratteristiche della Costa degli Etruschi, la sua autenticità e la sua storia. L’intento è far vivere ai visitatori quel benessere di qualità che nel mondo è riconosciuto come tipico del brand Toscana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto