La proposta del movimento civico SiAmo Vada: “Usare gli spazi vuoti delle elementari Novaro per attivare l’indirizzo musicale della scuola media Fattori”

scuola novaro vada

Suggeriscono di utilizzare parte degli spazi della scuola Novaro di Vada per accogliere le classi dell’indirizzo musicale della scuola media che fa capo all’istituto comprensivo Carducci-Fattori. La proposta arriva dal movimento civico SiAmo Vada, che in una nota stampa articola un’analisi dettagliata del progetto.

“Nel rispetto delle varie competenze – si legge nel comunicato – non possiamo che notare che il plesso Angiolo Silvio Novaro di Vada, composto da una struttura che ospita circa 14 aule di varia grandezza, una palestra, una biblioteca e un locale per la refezione degli alunni, a causa del decremento demografico (problematica nazionale), è attualmente utilizzato soltanto per sei classi di scuola primaria, a fronte di una disponibilità ben più ambia di spazi con un costo importante sulla luce e sul riscaldamento da parte dell’amministrazione comunale”.

Il movimento SiAmo Vada sottolinea che “questa riflessione nasce anche dal fatto che da anni la maggior parte degli alunni uscenti dalla scuola primaria di Vada, per scelta delle famiglie, vengono accolti in scuole di altri comuni nonostante la presenza di una scuola secondaria di primo grado all’interno dello stesso istituto comprensivo, abbassando i numeri degli iscritti per le scuole del nostro territorio e creando sicuramente un aggravio alle famiglie soprattutto per il costo del trasporto pubblico non garantito dall’amministrazione comunale verso altri comuni”.

La proposta del movimento arriva in considerazione della “circolare n. 51 del 02.01.2024 a firma della dirigente dcolastica dott.ssa Valentina Barsacchi, con la quale si ipotizza l’attivazione dell’indirizzo musicale, come ampliamento dell’offerta formativa del nostro territorio, la nostra riflessione ci porta a chiederci perché non si possa pensare di utilizzare gli spazi della scuola Novaro per la collocazione di tale indirizzo con l’attivazione di una sede distaccata della scuola secondaria di primo grado dalla sede principale “Fattori Giovanni” ubicata a Rosignano Solvay, peraltro unica frazione del Comune di Rosignano Marittimo che vede la presenza di questo segmento di scuola. Sicuramente potrebbe rappresentare un’alternativa per le famiglie di Vada e non solo, che scelgono di far seguire tale percorso presso le scuole secondarie di primo grado in altri comuni della nostra provincia”.

Secondo SiAmo Vada “il plesso Angiolo Silvio Novaro, potrebbe garantire gli spazi per l’attivazione di tale percorso contribuendo anche ad una azione di continuità didattica tra il primo ciclo di istruzione, aspetto importante nell’ambito degli istituti comprensivi, con la possibilità di avere all’interno della stessa struttura una progettualità che a cascata garantirebbe un ampliamento dell’offerta formativa anche per la scuola primaria.Sarebbe anche garantita la possibilità di accogliere quegli alunni che, impegnati in orario aggiuntivo rispetto al monte ore settimanale con due rientri settimanali, potranno usufruire del pasto essendo già presente all’interno della struttura lo “spazio mensa”, già utilizzato per gli alunni della scuola primaria. Altro aspetto positivo la presenza della palestra all’interno della struttura che permetterebbe di garantire gli spazi per l’educazione fisica e alleggerire a Rosignano Solvay l’utilizzo di impianti sportivi condivisi tra due scuole secondarie di primo grado, una scuola primaria appartenente all’altro istituto comprensivo e dagli studenti dell’Istituto alberghiero dell’Isis Mattei”.

Infine, il movimento civico fa presente di aver chiaro che “l’attivazione dell’indirizzo musicale e la creazione di una sede distaccata di scuola secondaria di primo grado nel plesso di Vada sono soggette ad autorizzazioni di diversa natura. La richiesta dell’indirizzo musicale potrebbe già avvenire in questo anno scolastico, come da Nota USR per la Toscana prot. N. 19600 del 19.12.2023, entro il mese di marzo 2024 mentre, la creazione di una sede distaccata di scuola secondaria di primo grado nel plesso Novaro (ottimale sarebbe quella con l’indirizzo musicale come già analizzato in precedenza) potrà essere inserita nel piano di dimensionamento della rete scolastica, su richiesta della Conferenza Zonale e soggetta ad inserimento nella delibera della Regione Toscana, per l’a.s. 2025/26, anno in cui le classi occupate potrebbero addirittura scendere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto