fbpx

La proposta di Bartoli (FdI): “Riqualificare viale Trieste, zona strategica per il turismo”

viale trieste • TUTTIGIORNI

Nuovi marciapiedi, adeguamento di illuminazione pubblica e arredi urbani. Questa la proposta di Alessandro Bartoli, del direttivo locale di Fratelli d’Italia, che sottolinea l’importanza di riqualificare viale Trieste a Rosignano Solvay.

“Il viale – si legge in un comunicato stampa del coordinamento Fdi di Rosignano – si presenta in uno stato di degrado molto avanzato, i bordi della strada sono sconnessi, le banchine sono ridotte a vere e proprie buche, le piante non sono curate e lasciate crescere senza una forma, l’acqua piovana scorre in superficie senza essere regimata in pozzetti di raccolta e confluita in una conduttura di scarico”.

Bartoli ricorda come “già nell’800 il viale Trieste era presente nel nostro paese, percorso dai Cavalleggeri, che pare avessero una caserma in piazza Monte alla Rena. Solo negli anni 30 nuove costruzioni iniziarono a prendere forma e il viale iniziò quindi a popolarsi. Ancora oggi sono presenti molti edifici risalenti a quell’epoca, molti dei quali ristrutturati di recente, danno prestigio alla zona”. L’esponente di FdI fa inoltre presente come “viale Trieste che corre parallelo al percorso pedonale del porto, doveva essere la strada di accesso all’approdo turistico e il collegamento tra il lungomare Monte alla Rena e quello di Crepatura. Tra le zone citate invece c’è discontinuità; si passa da un lungomare all’altro percorrendo una strada fatiscente, per l’appunto Viale Trieste.

L’esponente del coordinamento rosignanese di FdI termina sottolineando che “questo viale, necessita quindi di opere di riqualificazione affinché possa davvero prendere lustro e essere percorso da cittadini e turisti in sicurezza. Se è vero che all’amministrazione del nostro comune interessa tanto il turismo, perché in tutti questi anni non ha messo in piedi un progetto per riqualificare il viale Trieste?”.

Lascia un commento

Torna in alto