Si chiama “Ambu…settete” il progetto della Pubblica assistenza per comprare una nuova ambulanza pediatrica

Una nuova ambulanza pediatrica che sostituisca quella che da dieci anni corre attraverso le strade per garantire soccorso e assistenza ai più piccoli. La Pubblica assistenza di Rosignano ha lanciato una campagna di raccolta fondi per l’acquisto di un mezzo pediatrico, chiedendo ai cittadini di contribuire, anche soltanto con piccole donazioni. Ecco che su Fb i volontari hanno dato vita al gruppo “Ambulanza Pediatrica per Pubblica Assistenza Rosignano M.mo”, attraverso il quale racconteranno l’evoluzione del progetto, danno informazioni sulle loro attività.

La vecchia ambulanza pediatrica della Pubblica assistenza di Rosignano Marittimo

“L’attuale ambulanza pediatrica – spiega Chiara Bianchi, vicepresidente della Pubblica assistenza – è stata molto utilizzata, ha fatto oltre 270mila chilometri in dieci anni. L’obiettivo è acquistarne una nuova, per la quale sono necessari circa 80mila euro. Il nostro desiderio è che questo progetto sia condiviso con i cittadini. Sarebbe bello se diventasse qualcosa che unisce la nostra comunità“.

“Super Ambu”, la mascotte ideata e disegnata da Cristina Manetti

Così, oltre alla creazione del gruppo su Fb, sono nati un nome e un logo molto accantivante per la nuova ambulanza destinata ai più piccoli: Ambu…settete. “Non solo – prosegue Bianchi – abbiamo anche pensato a far ideare una mascotte che sia il simbolo di questo progetto e, più in generale, della Pubblica assistenza. La mascotte si chiama “Super Ambu”, anche questa l’ha ideata e disegnata la creativa Cristina Manetti. La ringraziamo davvero tanto per questo suo contributo”.

Super Ambu accompagnerà la raccolta fondi avviata per acquistare la nuova ambulanza pediatrica e, in futuro, diventerà il simbolo dell’attività di soccorso. “Ambu sta chiaramente per ambulanza – dice Bianchi – ma l’ambu è anche uno strumento che serve per supportare la respirazione nei casi di emergenza. Quindi Super Ambu vuole essere l’eroe che va in soccorso di chi sta male “.

La prima, significativa donazione per l’acquisto dell’ambulanza è arrivata dalla famiglia di Marco Manetti, insegnante e sportivo molto conosciuto e apprezzato, che è scomparso un anno fa. I familiari hanno deciso di devolvere parte del ricavato delle offerte in sua memoria al progetto per la nuova ambulanza pediatrica. “Per noi – termina Bianchi – è un onore che la prima donazione arrivi dai familiari di Marco. Un bel modo per ricordarlo, come insegnate che si è dedicato per anni a bambini e ragazzi”.

Per chi volesse partecipare alla raccolta per acquistare la nuova ambulanza pediatrica, nella foto qui sotto gli estremi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto