fbpx

Sulla spiaggia di Vada una cupola-serra a protezione del nido di tartaruga marina. TartAmare, WWF e Comune collaborano per preservare le uova dal freddo

cupola-serra nido tartaruga marina Vada

La prima cupola-serra in Toscana a protezione di un nido di tartarughe. Succede a Vada, dove lungo la spiaggia della Bucaccia la notte del 6 agosto scorso mamma tartaruga ha deposto le uova a ridosso delle dune. L’esemplare di Caretta caretta ha sistemato sotto la sabbia circa 80 uova. Impossibile conoscere la data della schiusa, dato che il periodo di incubazione può variare da 45 a 90 giorni.

Da tempo i volontari di TartAmare e Wwf tengono sotto controllo il nido della Bucaccia con particolare attenzione, dato che lo sviluppo e la schiusa delle uova sono fortemente influenzati dalla temperatura. Nidi tardivi come quello di Vada, andando a schiudere in periodo autunnale, spesso incontrano molte difficoltà. Da qui la decisione di costruire un’apposita serra, realizzata grazie alla cooperazione tra gruppi di volontari tartAmare e WWF e finanziata dal Comune di Rosignano Marittimo, che ha fornito i materiali e il supporto tecnico.

Lascia un commento

Torna in alto