Danni delle mareggiate sul lungomare, Fratelli d’Italia: “Da anni manca un programma di manutenzioni ordinarie”

stefano scarascia

Chiedono spiegazioni sulla manutenzione del lungomare di Castiglioncello, fortemente danneggiato dalle violente mareggiate che nel novembre 2023 si sono abbattute sulla costa, e annunciano che la questione sarà portata in consiglio comunale. In un comunicato stampa, Stefano Scarascia e Sabrina Necor, rispettivamente capogruppo e dirigente di Fratelli d’Italia Rosignano, ricordano che “anche la passeggiata a mare di Castiglioncello (Lungomare Cristoforo Colombo) è stata danneggiata in modo significativo ed è tuttora parzialmente e giustamente interdetta al transito pedonale per motivi di sicurezza”.

Gli esponenti di FdI sottolineano che “almeno una parte dei danni subiti dalla struttura, se non tutti, sono sicuramente dovuti al fatto che, nel corso degli anni, è mancato un  serio programma di manutenzioni ordinarie e tale mancanza è totalmente addebitabile alle amministrazioni che nel tempo si sono avvicendate alla guida del Comune, diverse nelle persone, ma tutte a guida del Partito Democratico”.

“È ovvio – si legge ancora nella nota stampa – che strutture particolarmente esposte alle mareggiate debbano essere mantenute costantemente in condizione di resistere ad eventi largamente prevedibili come quello dei primi di novembre, ma ciò non è avvenuto perché l’ordinaria manutenzione non paga dal punto di vista dell’immagine e del tornaconto elettorale: è questa l’opinione di Fratelli d’Italia, che sappiamo condivisa da larga parte dei cittadini. Quello che è gravissimo e inammissibile è che, ad oltre due mesi dall’avvenimento, praticamente non è stato ancora concluso nulla per il ripristino del sito, in modo da renderlo nuovamente fruibile in piena sicurezza per tutti”.

 Scarascia e Necor chiedono infine perché “a più di due mesi dall’evento non siano state rimosse neanche le macerie e perché non è stata adottata la procedura d’urgenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto