fbpx

Il sindaco Donati risponde a Potenti relativamente al lutto nazionale per la morte di Berlusconi: “La bandiera a mezz’asta c’era, l’onorevole fa una polemica infondata senza accertarsi dei fatti”

progetto senza titolo 8 1 • TUTTIGIORNI

La bandiera italiana esposta dalla finestra della sala del consiglio comunale era a mezz’asta, come previsto quando viene dichiarato il lutto nazionale. Il sindaco di Rosignano, Daniele Donati, risponde al senatore della Lega Manfredi Potenti, che nella giornata dei funerali di Silvio Berlusconi ha sottolineato attraverso una nota stampa che alcuni Comuni toscani, tra cui quello di Rosignano, non avevano aderito alla prassi indicata dalle normative nei casi di lutto nazionale.

Donati, foto alla mano, spiega che il Comune di Rosignano ha rispettato il lutto nazionale esponendo la bandiera a mezz’asta. “Come si vede dalla foto – dice Donati – , ripresa dalle registrazioni delle telecamere esterne alla fattoria arcivescovile che è sede di palazzo comunale, alla finestra della sala del consiglio comunale era presente la bandiera italiana a mezz’asta”.

“L’onorevole Potenti – chiude quindi il sindaco -, così coinvolto nel lutto per la scomparsa di Silvio Berlusconi, si preoccupa di fare polemiche sterili ed infondate sulle bandiere a mezz’asta nei vari Comuni senza accertarsi di quello che in effetti è avvenuto. Forse era meglio, come si deve in questi casi, osservare un momento di silenzio”.

Lascia un commento

Torna in alto