In bicicletta alla scoperta delle meraviglie della Costa degli Etruschi, prende corpo il progetto dell’Ambito Turistico

In bicicletta alla scoperta delle meraviglie della Costa degli Etruschi, prende corpo il progetto dell'Ambito Turistico

Itinerari meravigliosi, immersi nel verde o affacciati sull’azzurro del mare. Senza tralasciare degustazioni in aziende enogastronomiche d’eccellenza e visite nei piccoli borghi. L’obiettivo dell’Ambito Turistico Costa degli Etruschi, che riunisce 15 Comuni, è quello di incrementare l’offerta del turismo outdoor. Spazio, quindi, a escursioni in bicicletta e a piedi, che possano permettere ai visitatori di godere appieno della bellezza del territorio.

L’Ambito Turistico fa sapere attraverso un comunicato stampa di aver ideato il progetto “GT Costa Etrusca” con l’intento di riunire circa 200 sentieri già esistenti fra il mare e i borghi collinari. Risultato: un’unica rete di itinerari lungo la Costa degli Etruschi, pronta a diventare una meta sempre più ambita del turismo outdoor.

Proprio in quest’ottica, alcuni Comuni dell’Ambito hanno già messo a punto itinerari specifici, che entreranno nel più ampio percorso del “GT Costa Etrusca”.

Punta sul binomio natura-eccellenze enogastronomiche l’itinerario tematico messo a punto dal Comune di Riparbella. Un percorso di 40 km – mappato, sperimentato e pronto ad accogliere i turisti – che collega le 9 rinomate cantine del territorio: Caiarossa, La Regola, Colline Albelle, Urlari, Quercialuce, La Cava, Pakravan Papi, Duemani, Prima Pietra. Un percorso a doppio anello che, snodandosi lungo le colline, offre anche magnifici punti panoramici attrezzati. “Le cantine inserite in questo percorso – sottolinea Monica Marraffa, vicesindaca di Riparbella – rappresentano un’eccellenza del settore enogastronomico. Siamo convinti che questo itinerario rappresenti una grande occasione per promuovere non solo la Costa degli Etruschi ma l’intera Toscana”.

Anche il Comune di Castellina Marittima, con l’intenzione di partecipare attivamente al progetto del cicloturismo dell’Ambito, ha approntato un itinerario di 39 km denominato “Castellina bike tour: paesaggio, bosco e natura”. Un percorso composto da due anelli che si intrecciano; uno permette di esplorare i boschi a monte dell’abitato e l’altro, partendo dal paese, scende a valle e regala scorci mozzafiato sulla costa.  “Avevamo già – spiega Cinzia Callai, vicesindaca di Castellina Marittima – 5 itinerari per le escursioni a piedi. Li abbiamo integrati con questo bike tour a carattere naturalistico, che permette ai turisti di scoprire i boschi intorno a Castellina, ma anche di godere delle colline e dei meravigliosi panorami che si aprono verso il mare”.

Intanto l’Ambito prosegue le presentazioni del progetto sul cicloturismo.Prossima data, destinata ad amministratori e operatori turistici dei Comuni lungo la fascia costiera (Castagneto Carducci, Bibbona, Cecina, Rosignano Marittimo) martedì 13 febbraio alle 16 al Palazzetto dei congressi nel centro di Cecina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto