fbpx

Nasce la nuova Solvay e si rafforza in Toscana

b8a54a28 129b 4fd3 9506 eda043b05cbd 1 • TUTTIGIORNI

“Solvay ha completato con successo lo spin-off delle sue attività verso la società Syensqo”, si legge in un comunicato stampa dell’azienda, leader del settore chimico. Questo, in sistesi estrema, il risultato dell’operazione che il gruppo Solvay ha concluso nei giorni scorsi su scala mondiale.

Per quanto riguarda l’Italia, i tre, fondamentali siti produttivi di Rosignano, Livorno e Massa Carrara restano alla società Solvay, mentre le altre attività presenti nel Paese (Milano, Spinetta Marengo) passano a Syensqo. “Questa operazione – si legge nella nota stampa della società – segna una svolta strategica significativa. Solvay si prepara a entrare in una nuova fase di crescita sostenibile, concentrandosi sulle aree di business principali e riaffermando la sua dedizione alla leadership di mercato, alla decarbonizzazione e alla responsabilità sociale”.

Dopo la scissione societara, che è stata conclusa lo scorso 9 dicembre, la presenza Solvay in Toscana si rafforza. “La roadmap Solvay – prosegue il comunicato – sottolinea l’impegno per una transizione equa e la responsabilità ambientale, con l’obiettivo di azzerare le emissioni di carbonio entro il 2050. Nella sua transizione verso un’energia più pulita, Solvay vuole eliminare l’uso del carbone entro il 2030, ovunque esistano alternative rinnovabili, con l’obiettivo di ottenere energia senza carbone in 5 dei suoi 7 impianti di soda entro il 2025″.

Pierre Gurdjian, presidente del consiglio di amministrazione di Solvay, ha espresso il suo entusiasmo per il completamento dell’operazione, dichiarando: “Sono entusiasta del successo dello spin-off, una mossa strategica che sottolinea il nostro impegno per il valore a lungo termine. Facendo leva sulla nostra leadership e sulle nostre intuizioni, guideremo con fiducia Solvay verso il futuro. Vorrei cogliere l’occasione per augurare ai nostri colleghi di Syensqo un futuro di successo come società autonoma”.

Lascia un commento

Torna in alto