fbpx

Tribune, spogliatoi, campi per il basket e pista da corsa rinnovata: prende forma il nuovo campo di atletica

Un edificio adeguato da utilizzare come spogliatoio per gli atleti, apposite tribune per il pubblico, nuove pedane per salto in lungo e salto in alto: sta prendendo corpo la ristrutturazione del campo di atletica di Rosignano Solvay, tra via Falcone e Borsellino e via della Repubblica.

Il pannello di cantiere sul cancello di ingresso su piazza della Repubblica

Il cantiere ha preso il via nell’aprile dello scorso anno, subendo ritardi legati principalmente all’approvvigionamento dei materiali. “I lavori sono ripartiti – spiega Giovanni Bracci, assessore alle manutenzioni – e vanno avanti secondo gli accordi presi con le società a cui fa capo la gestione dell’impianto sportivo, vale a dire il Circolo Giovanile Atletica Costa Etrusca e l’US Basket Sei Rose Rosignano”.

L’intervento di completo rinnovamento del campo di atletica (progetto Playground), quantificabile in circa 1 milione e 200mila euro, viene finanziato tramite un doppio canale: circa 850mila euro con i fondi legati ai ribassi d’asta relativi al progetto Piu Ways (realizzazione percorso sportivo su via della Repubblica, social Agorà e skate park) e la restante cifra direttamente dall’amministrazione.

Il cantiere per la completa ristrutturazione del campo di atletica a Rosignano Solvay

L’assessore Bracci spiega che il rinnovamento del campo di atletica interessa tutte le strutture presenti all’interno dell’impianto. La copertura della pista da corsa, ammalorata da tempo, è stata rimossa e sarà rifatta con nuovi materiali. “Saranno rinnovate e posizionate diversamente – dice ancora l’assessore – anche le pedane destinate ai salti e ai lanci. Nel frattempo prosegue la realizzazione delle tribune e dei locali da destinare a spogliatoi”. Previsto anche il riposizionamento dei campi da basket presenti all’interno dell’area.

Quanto ai tempi di consegna, Bracci torna a spiegare che l’obiettivo dell’amministrazione,è terminare i lavori entro la fine dell’anno così da rendere fruibile l’impianto alle società sportive che lo gestiscono e ai cittadini.

Lascia un commento

Torna in alto