Famiglie queer e democrazia di genere, alla biblioteca comunale di Rosignano incontri di filosofia per capire come si trasforma la società

Ci sono parole come gender, famiglia queer che sono ormai entrate a far parte del lessico comune, oltre che di quello accademico e politico. Termini attorno ai quali è maturato un dibattito di straordinaria ricchezza, creando spesso contrasti e polarizzazioni politiche. Il Comune di Rosignano Marittimo promuove, nei locali della biblioteca comunale M. Musu del centro culturale le Creste, due incontri per approfondire questi temi di forte attualità, che saranno affrontati da due filosofi, studiosi esperti di queste tematiche. L’ingresso agli incontri è gratuito.

Come fa sapere il Comune in una nota stampa, “le riflessioni proposte in questo ciclo di incontri intendono contribuire a creare un dialogo aperto con i cittadini, offrendo uno spazio di confronto critico rispetto al tema delle dinamiche della trasformazione sociale della famiglia e più in generale della società”. Gli incontri, coordinati dalla giornalista Elisabetta Cosci, sono organizzati in collaborazione con la cooperativa Le Macchine celibi.

Protagonista della prima serata, venerdì 12 gennaio, alle 21.15, sarà la professoressa Giorgia Serughetti, con la conferenza “Il genere: una lente per capire il mondo”. Ricercatrice in Filosofia politica presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca, ha scritto saggi su questioni di genere e teoria politica, con particolare attenzione a fenomeni migratori, sessualità, violenza contro le donne e movimenti femministi. Collabora come editorialista con il quotidiano Domani ed è spesso invitata come esperta in talk televisivi. Giorgia Serughetti è una delle #100 esperte, la piattaforma che raccoglie le eccellenze italiane al femminile, tra scienziate, economiste, filosofe.

Nella serata di venerdì 26 gennaio alle 21.15, sarà protagonista il professor Mariano Croce, con la conferenza “Cos’è la famiglia queer?”. Professore associato di Filosofia Politica presso il Dipartimento di Filosofia di Sapienza Università di Roma e Research Leader del gruppo di ricerca “Redefining Kinship” presso l’Università di Anversa. Si occupa di parentela queer, battaglie LGBTQAI+ e politiche della trasformazione sociale. Collabora con «Domani» e scrive per l’inserto culturale de «Il Foglio», oltre che per portali letterari come «Le parole e le cose», «Limina», «Minima&Moralia».

“Il libero pensiero si basa, a mio avviso, sull’esatta conoscenza dell’argomento che viene di volta in volta trattato – dichiara Licia Montagnani, vicesindaca e assessora alla cultura del comune di Rosignano – Sentiamo sempre più spesso beceri commenti e luoghi comuni che discriminano ed etichettano le persone solo per il loro orientamento sessuale o per le loro scelte di vita, o di appartenenza. In questi incontri cercheremo di fare chiarezza e aggiungere suggestioni e nozioni che possano aiutarci a superare le ambigue definizioni con cui, in modo superficiale, talvolta si dà un giudizio sulle scelte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto