fbpx

Maxi yacht avvistati lungo la costa, l’amministratore del Cala de’ Medici: “Ormeggiati fuori dalle dighe perché non abbiamo un eliporto, progetto che ci auguriamo di poter realizzare presto”

Maxi yacht avvistati lungo la costa, l'amministratore del Cala de' Medici: "Ormeggiati fuori dalle dighe perché non abbiamo un eliporto, progetto che ci auguriamo di poter realizzare presto

L’amministratore delegato e direttore del porto Cala de’ Medici interviene in merito alla presenza di due maxi yacht avvistati in questi giorni da turisti e residenti lungo la costa tra Rosignano e Castiglioncello. “Segno – spiega Matteo Italo Ratti, ad e direttore del porto turistico Cala de’ Medici e presidente del Consorzio Marine della Toscana – che il territorio, attraverso anche Marina Cala de’ Medici, sta diventando sempre più attrattivo e spesso oltre i confini nazionali e talvolta internazionali. Lo stesso Ratti ricorda che per maxi yacht si intende imbarcazioni da diporto oltre i 24 metri, proprio come quella in cui circola la voce sia ospite l’attore premio Oscar Leonardo Di Caprio. 

“Il maxi yacht in questione – sottolinea Ratti – è rimasto ormeggiato fuori dal porto perché l’armatore e i suoi ospiti dovevano arrivare con l’elicottero mentre noi, al momento, siamo sprovvisti al nostro interno di un eliporto. Un progetto che ci auguriamo presto di poter realizzare. Obiettivo infatti di Marina Cala de’ Medici, e del Consorzio Marine della Toscana di cui fa parte insieme ad altri dieci porti toscani, è quello di “essere sempre più forti e competitivi a livello nazionale e internazionale, puntando su turismo innovativo e integrato, sulla digitalizzazione della portualità e sull’eccellenza nei servizi per la gestione ottimale e la soddisfazione della clientela italiana ed estera”.

Lascia un commento

Torna in alto