fbpx

Pericolo esondazioni: il 3 e 4 ottobre prova del sistema di allarme acustico lungo i botri nel centro di Rosignano Solvay

Il Comune di Rosignano fa sapere che nelle giornate del 3 e 4 ottobre si terrà una prova di funzionamento del sistema di allertamento della popolazione posizionato lungo i fossi botro Cotone e botro Secco (nella foto in alto la mappa delle sirene posizionate lungo i botri).

Il sistema di allertamento, realizzato alcuni anni fa con finanziamenti europei nell’ambito del progetto ADAPT, consiste in una serie di idrometri collegati a sirene in prossimità dei tratti tombati dei botri che attraversano il centro cittadino e che costituiscono anche canali di raccolta delle fognature bianche. Quando il livello dei botri si alza oltre un certo livello le sirene suonano per avvertire la popolazione che c’è un pericolo di esondazione. Infatti, dato il carattere torrentizio dei botri, il tempo di arrivo della piena è brevissimo e l’unico mezzo per avvisare rapidamente i cittadini è il suono di una sirena.

La prova di funzionamento delle sirene potrebbe spaventare chi si trova nelle zone di Rosignano Solvay comprese tra via della Repubblica, via Menotti, via Fratelli Bandiera e via della Cava (a monte della ferrovia) e via Monte alla Rena, via Aurelia, via Berlinguer e lungomare Monte alla Rena (a valle della ferrovia). Per questo motivo l’amministrazione comunale informa tutta la popolazione dei test in programma tra la tarda mattinata di martedì 3 ottobre e il primo pomeriggio di mercoledì 4 ottobre 2023. Nell’occasione verrà modificata la modalità di allarme da un suono continuo per tre minuti ad un suono intermittente fino ad allarme rientrato.

Lascia un commento

Torna in alto