fbpx

Premio Atleta dell’Anno 2022: il ginnasta Antonio Di Maso fa il bis. Una grande festa per celebrare i valori sani dello sport, tutti i riconoscimenti

Atleta dell’Anno 2022

In un teatro Solvay da tutto esaurito, si è svolto sabato 10 giugno il Premio Atleta dell’Anno 2022 promosso e organizzato dall’Agenzia per lo sport di Rosignano, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Rosignano Marittimo – assessorato allo Sport, Coni Livorno e il quotidiano Il Tirreno. 

La festa – perché questa è stata: una festa carica di energia e voglia di mettersi in gioco –, è tornata dopo lo stop imposto dall’emergenza Covid, per celebrare lo sport a 360 gradi, dai singoli atleti che hanno ottenuto importanti risultati alla ‘fatica’ delle società e associazioni che costituiscono il prezioso tessuto sportivo del territorio.

Tanti gli ospiti presenti, gli atleti con menzione e i premi assegnati tra gli applausi del pubblico in un pomeriggio di sport condotto da Massimo Iacoponi. 

Riccardo Nannetti, presidente Agenzia per lo sport di Rosignano: “E’ stato un momento davvero molto emozionante. Una festa che di fatto ha testimoniato e confermato l’esistenza di una rete tra mondo dello sport, aziende, istituzioni. Una rete che è ricchezza, che già esiste e dovrà essere ulteriormente valorizzata con e per il territorio. Il ruolo dell’agenzia sarà proprio quello di fare da tramite per cogliere opportunità e affermare valori che crediamo fondamentali per le nuove generazioni”. 

I premi

Per il ginnasta Antonio Di Maso è stato un bis: a lui – che era già stato insignito del riconoscimento nel 2019, ultima edizione andata in scena – è stato consegnato il Premio Atleta dell’Anno 2022

Alle giovanissime Choe Caca (7 anni, asd RosignanoInDanza) e Vittoria Massei (10 anni, asd Ginnastica Rosignano) è, invece, andato il premio Piccoli Atleti Meritevoli Solvay.

Premio Fair Play, messo a disposizione dal quotidiano Il Tirreno, alla squadra juniores del Gsd Rosignano Solvay 1922.

Gli ospiti

A consegnare i numerosi riconoscimenti la campionessa olimpica Giulia Quintavalle, il sindaco di Rosignano Daniele Donati, l’assessore allo sport Beniamino Franceschini, il presidente Coni della provincia di Livorno Giovanni Giannone, insieme ai rappresentanti dell’Agenzia per lo sport. 

La premiazione è stata anche l’occasione per parlare di sport e disabilità con i paratleti Christian Volpi (canoa), Emiliano Giampietro (vela) e Matteo Panariello (tiro con l’arco) nonché con i ragazzi dell’associazione Efesto (che si sono esibiti sul palco) guidati dal presidente Giovanni Ferretti. Storie e racconti in cui lo sport si è manifestato al 100% come sacrificio, fatica, passione, integrazione, socializzazione, libertà. “Tutti valori che oggi più che mai devono essere recuperati e affermati” sottolinea il presidente dell’agenzia per lo sport Riccardo Nannetti.

Queste le società sportive del territorio di Rosignano protagoniste sul palco: 

 Asd Basket Sei Rose, Asd RosignanoIndanza, Asd Arcieri delle sei Rose, ARCT-CCT Rosignano, CG Atletica Costa Etrusca, Asd Pilosportiva Circolo Canottieri, Dinamo Basket Rosignano, Asd Efesto APS, Asd Ginnastica Rosignano, Asd Gruppo subacqueo Rosignano, Asd In punta di piedi Libertas, Asd Judo Fujiyama, Asd La Cantera Gabbro, Libertas, Asd Masterlab, Asd Pallavolo Rosignano, Asd Vada Pattinaggio, Gsd Rosignano Solvay 1922, Gsd Amatori Rugby Rosignano, Asd Shin-Do Karate Rosignano, Sporting Club Rosignano, Asd Centro Uisp Rosignano APS, Asd Uisport ’92-Passi D’Autore, Usd Castiglioncello, Scsd Vada 1963.

Lascia un commento

Torna in alto