fbpx

Vada Photo Festival, tra i tanti eventi in programma sono previste più di 10 tra mostre e talk serali

vada photo festival

Tutto pronto per il Vada Photo Festival che da sabato 19 agosto porterà sul territorio tanti fotografi di fama internazionale, tra cui il fotoreporter Massimo Sestini, vincitore del prestigioso Word Press Photo 2015. Tra i tanti eventi in programma sono previste sei mostre e altrettanti talk serali, tutti ad ingresso gratuito.

MOSTRE FOTOGRAFICHE

Si terranno dal 19 al 29 agosto, eccetto una a settembre curata dall’associazione Efesto al centro culturale Le Creste di Rosignano. Piazza Garibaldi ospiterà “Residenza” per un progetto che ha al centro gli album di famiglia. Un perfetto modo di declinare quello che è il modo di vivere la fotografia di Stefano Mirabella, docente di Officine Fotografiche e di Leica Academy: “La fotografia per me è la sintesi tra la rappresentazione della realtà e la capacità di trascenderla”. E per valorizzare un archivio sconfinato, quello della famiglia Bernini, inaugurato da Saul (1890-1971) nel 1905 e passato di generazione in generazione. Le fotografie saranno tutte esposte all’aperto e rappresenteranno un perfetto connubio tra passato e presente, luoghi reali e luoghi fotografati.

Sul lungomare, alla Barcaccina, sarà possibile visitare una mostra sul “Wedding e reportage” di Edoardo Agresti, fondatore della Best of Wedding Photography (che farà anche un workshop a numero chiuso il 25 agosto) mentre PH di Michela Mariani, vincitore del premio Umane Tracce, sarà allestita alle Creste a Rosignano. Un progetto intimo e delicato che colpisce per la sua verità: istantanee scattate con delicatezza mescolate a foto dall’archivio personale, per raccontare una persona che vive con serenità la sua peculiarità di genere, scegliendo di vestire abiti femminili mantenendo in parallelo anche la sua identità maschile. Al teatro Ordigno verrà allestita “E gli uomini errano, errano…” di Marianne Catzaras, Flavio Fattorini esporrà “Un altro mare” alla chiesa di San Leopoldo Re mentre “Mareterno” sarà visitabile nella splendida coffee house all’interno del giardino di Villa Graziani. “Un progetto fotografico di Valeria Tofanelli e Lorenzo Catena incentrato su Ostia, una delle zone meno conosciute di Roma che nasce con l’obiettivo di estirpare alcuni pregiudizi legati a questo territorio e che ne hanno impedito di mettere in luce le potenzialità e la bellezza”.

TALK CON I FOTOGRAFI

Sei anche gli incontri con i fotografi che si terranno tutti al giardino della Torre del Faro alle ore 21.30. Sono: “Street” di Federico Arcangeli il 19 agosto in cui parlerà del suo libro “Splinters”, uscito per 89books nel 2022, “Reportage” di Enrico Genovesi il 22 agosto, “Wedding e reportage” con Edoardo Agresti il 24 agosto, “Giornalismo” il 27 agosto con il fotoreporter Massimo Sestini vincitore di premi internazionali (tra cui il Word Press Photo 2015) con scatti che raccontano fatti di cronaca, attualità e costume e l’ultimo il 29 agosto con il naturalista e fotografo vincitore del Wildlife Photographer of the Year Ugo Mellone. Il 26 agosto è invece in programma al teatro Ordigno alle 18.30 la presentazione del libro Vada Volaterrana: “Gli horrea” a cura di Simonetta Menchelli, Marinella Pasquinucci e Paolo Sangriso (introduce la direttrice del museo archeologico di Marittimo Edina Regoli).

Tutti gli eventi sono organizzati dalla Pro Loco di Vada con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, assessorato al Turismo. Per informazioni e prenotazioni: 0586 788373, pagina Facebook “Vada Photo Festival”, fotovideovada@gmail.com.

Lascia un commento

Torna in alto