Giornata contro la violenza sulle donne, Rosignano nel Cuore attacca la maggioranza: “Noi ci siamo da sempre, voi avete bocciato le nostre mozioni”

La lista di minoranza Rosignano nel Cuore, nella Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, attacca le forze di maggioranza. “Noi ci siamo da sempre”; comincia così il comunicato di RnC, che spiega come il consiglio comunale abbia bocciato alcune mozioni presentate negli anni per promuovere attività di sensibilizzazione.

Accogliamo con piacere gli eventi organizzati dall’amministrazione comunale – si legge nella nota stampa – e anche l’idea che giunge dal segretario comunale del Partito Socialista di promuovere nelle scuole attività di formazione ed educazione emozionale ed affettiva. Registriamo ancora una volta con soddisfazione come Rosignano nel Cuore detti la linea politica alle forze di maggioranza. Nei cinque anni di mandato Rosignano nel Cuore ha portato ben 3 mozioni che cercavano di sensibilizzare la maggioranza sull’argomento, proponendo o favorendo progetti nelle scuole contro la violenza verso  le donne”.

Documenti che, come fa sapere RnC, sono stati bocciati: “Il 30 novembre 2020 – si legge nel comunicato stampa – la mozione “Promozione di attivita’ educative e formative destinate ad alunni e studenti delle scuole situate sul territorio comunale sul tema pari opportunità e superamento diversità di genere” è stata bocciata. Il 22 dicembre 2020 è stata bocciata anche la mozione Il nuovo codice rosso. Promozione di attivita’ educative – formative, destinate ad alunni e studenti delle scuole situate sul territorio comunale, sul tema: pari opportunità e superamento diversità di genere”.

“Il 30 marzo 2023 – prosegue la nota stampa di RnC -, probabilmente per sfinimento , il consiglio comunale ha approvato finalmente la nostra mozione Promozione di attività educative – formative, destinate ad alunni e studenti delle scuole situate sul territorio comunale, sul tema: pari opportunità e superamento diversità di genere. Ben vengano idee e suggerimenti (anche se repliche tardive delle nostre), che sia chiaro però a tutti che in questo campo noi siamo stati i protagonisti, che già 4 anni fa suggerivamo alla maggioranza locale quello che oggi viene proposto da molti. La maggioranza è stata solo un’ingombrante comparsa che, bocciandoci le prime due mozioni, ha perso tempo prezioso. E’ scorretto (e anche irrispettoso verso le vittime) sfruttare l’onda emotiva del momento per raccattare un titolo di giornale e qualche voto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto