L’impresa sociale Nuovo Futuro attiva nella gestione della Sanità in Puglia, vinto un appalto per le attività amministrative negli ospedali di Foggia

Nuovo Futuro apalto Spedali Riuniti di Foggia

Importante incarico per la Nuovo Futuro. La cooperativa sociale presieduta da Marco Agostini, con sede principale a Rosignano Solvay e sedi operative a Cecina e Firenze, si è infatti aggiudicata un consistente pacchetto di attività amministrative per gli Ospedali Riuniti di Foggia (call center e Cup – sia front office che telefonico – sportelli casse e supporto amministrativo). Un risultato di grande soddisfazione per Nuovo Futuro, impresa sociale che fa della sua mission di inclusione lavorativa delle fasce protette il fulcro di unicità fin dalla sua nascita, nel 1980 (Nella foto in alto, fornita da Nuovo Futuro, un’immagine dell’ospedale principale di Foggia).

“Con l’assegnazione di questo significativo appalto – spiega Agostini – intendiamo rafforzare e  consolidare  l’obiettivo prioritario della nostra impresa sociale, la crescita e lo sviluppo anche per quanto riguarda i servizi quali quelli di  cui  sopra strategici per l’area B della  cooperazione sociale nella Regione Toscana ma anche in altri  territori. Siamo infatti presenti con le nostre attività legate alla sanità e al sociale in Piemonte, Lombardia, Veneto, Abruzzo e adesso, appunto, anche in Puglia. Il nostro obiettivo è produrre sviluppo e innovazione, coniugando gli elementi di natura aziendale con la mission di inclusione lavorativa attraverso processi di miglioramento continuo dei nostri servizi rivolti alla comunità”.

Nuovo Futuro conta un organico di 900 persone tra soci e dipendenti, compresa Nuovo Futuro Srl. “Si tratta – fa sapere la cooperativa in un comunicato stampa – della seconda azienda del territorio per numero di occupati. La cooperativa si è aggiudicata l’appalto relativo agli Ospedali Riuniti di Foggia insieme a SEATT (cooperativa di servizi tecnologici) in un raggruppamento d’imprese esecutrici per il Consorzio Nazionale Servizi”.

Tanti gli ambiti in cui è attiva Nuovo Futuro. Come ricorda Agostini, “tra i settori per le attività di tipo A, si occupa delle problematiche di minori e anziani, del disagio e della marginalità sociale, dell’handicap e della salute mentale. Svolge servizi domiciliari (socio assistenziali ed educativi), semiresidenziali e residenziali quali centri minori, anziani, disabili, utenti in carico al settore sanitaro della salute mentale, gruppi appartamento per adolescenti, casa di accoglienza per donne vittime di violenza o in difficoltà”. Non solo, attraverso l’agenzia formativa Pegaso Network, di cui Nuovo Futuro è consorziata, “si  occupa di progettazione e gestione di servizi di orientamento e formazione professionale a favore dell’inserimento di soggetti svantaggiati, promozione di progetti relativi ai tirocini regionali GiovaniSì, tirocini per soggetti svantaggiati tramite i CPI del territorio. Quanto ai settori di tipo B, finalizzati all’inserimento lavorativo, opera a livello regionale e nazionale seguendo appalti del Sistema Sanitario per svolgere attività di front-office,  call center back office,  CUP e  supporto  amministrativo, ma anche supporto ad attività di global service per la refezione scolastica o attività in ausilio a nidi e scuole per l’infanzia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto